Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Cardinale Poletto:"Ha vinto la spiritualità"

Due milioni di fedeli per la Sacra Sindone


Due milioni di fedeli per la Sacra Sindone
23/05/2010, 11:05

TORINO - Oggi si conclude la "maratona di fede" che ha portato oltre 2 milioni di pellegrini provenienti da tutto il mondo a Torino per vedere dal vivo la Sacra Sindone. Il duomo, infatti,dopo sei settimane di esposizione, chiuderà oggi alle 14 accogliendo gli ultimi fedeli accorsi da ogni angolo del globo.
Un'affluenza poderosa e probabilmente in parte inaspettata che il cardinale Severino Poletto ha commentato così:"Abbiamo fatto l’ostensione della Sindone per rilanciare la fede in un tempo di smarrimento, di sincretismo. E considero i risultati ottenuti molto buoni. Rispetto al 2000 questi 44 giorni hanno avuto una carica di spiritualità molto più intensa. Forse anche perché sono arrivati in un momento di crisi: i pellegrini erano anche in cerca di una risposta ai loro problemi. E se molti sono stati spinti dalla grande fede, negli oltre due milioni molti erano in ricerca sincera, con grandi pesi sul cuore. Queste persone sono ripartite da Torino più ricche di speranza".
Per la precisione, a pregare dinanzi la Sindone durante l'ostensione del 2010, sono stati in 2.113.128; una partecipazione da record che assume un valore simbolico in particolar modo in quest'epoca considerata sempre più preda di una rapida e violenta secolarizzazione e, non secondariamente, dopo i numerosi scandali collegati alla pedofilia che hanno coinvolto ed ancora colpiscono la Chiesa.
Nella giornata di ieri, tra i numerosissimi pellegrini, si è "infiltrato" anche il cardinale Tarcisio Bertone che, con la compagnia di alcuni familiari, ha passeggiato lungo i Giardini Reali. Dopo essere rimasto a lungo in preghiera davanti al misterioso Telo, Bertone ha detto:"Sono commosso, grato a tutti coloro che hanno preparato un’ostensione così bene orientata a suscitare nei pellegrini sentimenti di contemplazione e preghiera verso la Passione del Signore"; aggiungendo che "davanti alla Sindone ho pregato a lungo per tutta la Chiesa fedele e sofferente".
Non poteva che essere soddisfato anche il Papa che, attraverso il segretario di Stato Vaticano si è infatti dichiarato:"molto soddisfatto della visita pastorale a Torino" dato anche che  "nonostante la giornata grigia, ha visto riversarsi per le strade della città migliaia di ‘bogianen’ ad accoglierlo. E poi la grande meditazione di fronte alla Sindone e la straordinaria visita ai malati del Cottolengo, dove ha sentito veramente la gioia dei più sofferenti".
Positivamente colpito dallo svolgimento dell'ostensione anche il vicepresidente del Comitato organizzatore Monsignor Ghilberti che, insieme al presidente Fiorenzo Alfieri, si è detto felice "dell’entusiasta partecipazione al pellegrinaggio delle chiese d’oriente sia cattoliche che ortodosse. Un risultato coltivato attraverso una lunga serie di contatti mantenuti in questi anni dalla Chiesa torinese tramite l’Amcor, Associazione amici chiese d’Oriente".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©