Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'incidente è avvenuto a La Spezia

Due operai in coma, intossicati nella fabbrica Fincantieri

I due operai cinquantenni sono giunti in ospedale in ipossia

Due operai in coma, intossicati nella fabbrica Fincantieri
22/05/2012, 19:05

LA SPEZIA - Sono in coma due operai rimasti gravemente intossicati nello stabilimento Fincantieri del Muggiano, mentre stavano operando nel pozzo catene del megayacht Serene. Sono ricoverati nel reparto di rianimazione dell'ospedale Sant'Andrea, alla Spezia: dove sono arrivati in ipossia. I medici sperano di salvarli: «Stanno rispondendo positivamente alle cure». I due operai, un pugliese e un tunisino cinquantenni, lavorano per la Sepor, una ditta specializzata in pulizia e degassificazione delle navi.  L'episodio è accaduto intorno alle 11.30. I due operai erano scesi nel pozzetto e, forse a causa della mancanza di ossigeno, hanno perso i sensi. Soccorsi prima dai colleghi di lavoro, poi dai medici, sono stati trasferiti in ospedale. Sul posto anche i Vigili del Fuoco, Arpal ed il personale della Asl spezzina che si occupa di sicurezza sul lavoro. Il sindaco della Spezia Massimo Federici è stato in ospedale per informarsi delle condizioni dei due operai. Le Rsu di Fim, Fiom e Uilm di Fincantieri hanno proclamato subito un'ora di sciopero alla fine di ogni turno di lavoro. «Chiediamo alle autorità competenti di accertare eventuali responsabilità e negligenze - spiegano i segretari provinciali Fim, Fiom e Uilm - Ancora una volta ci troviamo davanti ad un gravissimo incidente imputabile all'imperizia e al non rispetto delle normative. Da tempo chiediamo investimenti in aree ed officine che riteniamo fatiscenti e fuori norma. Ci auguriamo che le loro condizioni migliorino al più presto».

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©