Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'episodio ad Acilia, vicino Roma

Due ragazze denunciano: "Carabiniere ci ha insultate per un bacio"


Due ragazze denunciano: 'Carabiniere ci ha insultate per un bacio'
23/12/2012, 19:03

ACILIA (ROMA) - Gravissimo episodio quello accaduto mercoledì scorso alla stazione di Acilia, in provincia di Roma, secondo quanto denunciato dall'associazione Di' Gay Project. 
Secondo quanto raccontato, due ragazze si solo salutate scambiandosi un bacio sulle labbra. Un carabiniere le ha viste e le ha immediatamente apostrofate in malo modo, dicendo di spostarsi perchè era "uno schifo e una vergogna" che due ragazze si baciassero in pubblico. "Certe cose due femmine devono andare a farle di nascosto", ha continuato. E quando una delle ragazze ha chiesto di motivare il suo comportamento, il Carabiniere ha ordinato loro di dargli i documenti e le ha tenute in stato di fermo per una ventina di minuti, prima di rilasciarle, minacciando di denunciarle per atti osceni in luogo pubblico ed aggiungendo: "Tanto ormai so chi siete".
Una delle ragazze, per nulla intimorita, si è rivolta alla caserma dei Carabinieri di Acilia, che era chiusa, per denunciare il comportamento del militare in stazione. Ma chi ha risposto al citofono si è rifiutato di dire chi era di servizio alla stazione dei Carabinieri. A quel punto si è rivolta alla Di' Gay Project, che le hanno consigliato di presentare denuncia alla stazione della Polizia in un'altra zona, cosa che è stata fatta.. 
Resta questo comportamento omofobo che, se è grave quando viene praticato da un individuo, è mille volte peggio quando è un esponente delle forze dell'ordine a farlo. Non bisogna dimenticare che casi del genere avvengono e, sia pure saltuariamente, vengono denunciati. Come quello dei due gay che, per essersio scambiati un bacio a Verona, sono stati denunciati (e poi assolti); lo stesso ad un'altra coppia gay davanti al Colosseo di Roma. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©