Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' morto Antonino Calderone, storico pentito della mafia

L'annuncio viene dato dal capo della Polizia Manganelli

E' morto Antonino Calderone, storico pentito della mafia
10/01/2013, 13:47

E’ morto a 78 anni Antonino Calderone. Fu uno dei primi boss a collaborare con la magistratura in Sicilia, insieme a Tommaso Buscetta, Salvatore Contorno e Francesco Marino Mannoia. A renderlo noto è il capo della Polizia Manganelli durante un incontro pubblico, annunciando la morte del boss che viveva ormai in una località segreta sotto falsa identità. “Ci ha dato un grande contributo per la conoscenza del fenomeno mafioso", ha detto Manganelli. Infatti il contributo di Calderone fu fondamentale per individuare gli insediamenti mafiosi  e i loro capi nella Sicilia orientale. A Calderone venne ammazzato nel 1978 il fratello Giuseppe, detto “Cannarossu d’argento”: fuggì a Nizza, ritenendo di essere in pericolo. Ma si rese conto che anche in Francia c’era la presenza di Cosa Nostra. Si pentì inviando dei messaggi al giudice Falcone. La sua testimonianza ricostruisce
la faida per la supremazione tra i Ferlito ed i Santapaola.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©