Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mondo del giornalismo in lutto

E’ morto Biagio Agnes, uomo di grandi intuizioni


E’ morto Biagio Agnes, uomo di grandi intuizioni
30/05/2011, 11:05

ROMA- E’ morto Biagio Agnes, giornalista e uomo di grande spessore culturale, aveva 82 anni. Nato a Serino in provincia di Avellino, cominciò a scrivere a 20 anni collaborando dapprima per giornali locali dell'Irpinia e poi man mano raggiunse quelli regionali e poi nazionali. Ma la sua attività più riconosciuta ed apprezzata è stata quella svolta alla Rai dal 1958: redattore alla sede di Cagliari, capo servizio al Giornale Radio, condirettore del Telegiornale, fondatore e direttore del Tg3, vice Direttore Generale per la radiofonia, queste solo per citarne alcune. Dal 1982 al 1990 svolge l’attività di Direttore Generale della Rai ed ancora oggi figura come il più longevo in quella prestigiosa posizione. Durante la sua permanenza ha saputo cogliere le novità che il panorama nazionale stava attraversando ed anche il cambiamento della Tv pubblica con l’avvento della Tv commerciale. Televideo, il supporto ai programmi Rai che interagisce con il telespettatore, è uno dei servizi avviati durante l’era Agnes, ma anche la sperimentazione di trasmissioni via satellite e l’alta definizione. Dal punto di vista contenutistico una delle sua intuizioni riuscite fu l'ideazione, insieme a Luciano Lombardi D'Aquino, del magazine medico televisivo Check-up, trasmesso su Rai1. Andato via dalla Rai, nel '90 e' diventato presidente della Stet, la holding delle telecomunicazioni e nel '97 presidente di Telemontecarlo. Nel 1987 Agnes e' stato nominato Cavaliere del Lavoro, nel 1992 ha ricevuto la laurea honoris causa in Comunicazione e Telecomunicazioni dell'Università di Buenos Aires. Nel 2006 è diventato direttore della Scuola di Giornalismo dell'Università di Salerno, corso biennale post laurea riconosciuto dall'Ordine dei Giornalisti. Era presidente dell'Amalfi Coast Media Award, premio internazionale giornalistico diviso in più sezioni, cui stava dedicando tutte le sue energie per l'edizione 2011 in programma a metà giugno.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©