Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Si attendono i risultati dell'autopsia

E' morto Cory Monteith, protagonista di Glee

Probabilmente l'attore è morto per overdose

E' morto Cory Monteith, protagonista di Glee
14/07/2013, 11:44

VANCOUVER (CANADA) - E’ stato trovato morto in una camera d’albergo di Vancouver Cory Monteith, l’attore protagonista della serie televisiva “Glee”. A renderlo noto è la polizia. Probabilmente a stroncare la giovane vita dell’attore è stata un’overdose.

Monteith, che in passato aveva avuto problemi di alcol e droga, aveva 31 anni. L’attore, interprete del quarterback Finn Hudson nella serie tv, è stato trovato morto al 21esimo piano dell’albergo in cui alloggiava, il Fairmont Pacific Rim, dopo che il personale si era insospettito nel notare che Monteith non avesse ancora lasciato la stanza. “Non abbiamo ancora molte informazioni sulle cause del decesso”, ha detto la coroner Lisa Lapointe, ma il vice capo della polizia Doug Lepard ha spiegato che certamente non si è trattato di una morte violenta. Monteith prima di rientrare in albergo era uscito con altro persone, che la polizia sta interrogando.

Lo scorso aprile l’attore era volontariamente entrato in un programma di riabilitazione per abuso di sostanze stupefacenti. La notizia di questa decisione era stata accolta con grande sorpresa da molti fan e colleghi, che non si aspettavano che Cory avesse seri problemi con la droga. “Sono fortunato ad essere ancora vivo, avevo un problema serio”, aveva dichiarato Cory allora. Lea Michele, fidanzata dell’attore sua sul set che nella vita reale, aveva provato a stare vicino a Cory, ma probabilmente è stato tutto inutile. Solo dopo i risultati dell’autopsia, che verrà effettuata domani, si saprà con certezza la causa della morte dell’attore.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©