Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Relazione Dipartimento nazionale politiche antidroga

E’ Roma la “capitale” dei consumi di cocaina


E’ Roma la “capitale” dei consumi di cocaina
28/05/2013, 15:13

ROMA  -  Il capo del Dipartimento nazionale politiche antidroga, Giovanni Serpelloni, rendendo noti alcuni dati della Relazione al Parlamento 2013 che sarà  presentata nelle prossime settimane, ha detto che  è Roma la capitale dei consumi di cocaina e non Milano come comunemente si pensa.   "I dati dell'analisi delle acque reflue dimostrano che il maggiore consumo di cocaina si ha a Roma - ha spiegato - seguita da Napoli. Poi viene Milano". Sempre secondo quanto asserito da Serpelloni,  si e' invertita, anche se di poco, la tendenza registrata in Italia dal 1996 di una diminuzione dei decessi per overdose, prevalentemente di eroina: nel 2012 si sono verificati 390 casi a fronte dei 362 del 2011 (+7%).   Mentre  dalla Relazione europea sulla droga 2013 dell'Osservatorio europeo di Lisbona, emerge che  sono tre milioni gli europei tra i 15 e i 64 anni che usano cannabis ogni giorno o quasi, l'1% circa degli europei adulti.  Il numero di persone che hanno iniziato per la prima volta a curarsi per dipendenza da cannabis è aumentato di circa un terzo negli ultimi anni, da 45 mila casi nel 2006 a 60 mila nel 2011, per cui la cannabis è la droga più frequentemente menzionata da chi inizia un trattamento per la prima volta. La cocaina, la droga stimolante più comunemente usata in Europa, ha registrato nel 2011 un calo di consumo nei cinque Paesi a maggior prevalenza: Danimarca, Irlanda, Spagna, Italia e Regno Unito. Inoltre, sempre meno consumatori di droghe richiedono un trattamento per problemi di cocaina.   In drastico calo i sequestri di cocaina nell'Ue: nel 2011 86 mila contro i 100 mila del 2008 e anche la quantità sequestrata si è dimezzata.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©