Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Proteste per il mancato rinnovo della cassa integrazione

Eaton,i lavoratori occupano il casello autostradale di Massa


Eaton,i lavoratori occupano il casello autostradale di Massa
17/11/2010, 18:11

FIRENZE - I lavoratori della Eaton di Massa, da due anni in cassa integrazione, hanno occupato il casello autostradale di Massa, sulla A/12, riuscendo a superare uno schieramento di agenti di polizia e carabinieri in tenuta anti-sommossa che, per impedire la protesta, ha effettuato una carica di alleggerimento. Nello scontro un sindacalista della rsu aziendale sarebbe rimasto a terra, ferito. I lavoratori hanno invaso le rampe del casello.
Mentre i lavoratori - oltre 200 quelli che stanno protestando stasera - hanno dato luogo ad un sit in, al casello si è recato il prefetto di Massa Carrara, Giuseppe Merendino che ha iniziato subito a parlare con loro, rassicurandoli che l'operaio ferito, immediatamente trasportato in ospedale, è in buone condizioni. Altri addetti della Eaton sarebbero rimasti contusi nello scontro. Il transito dei veicoli dal casello è stato bloccato. Un'azione di protesta contro il colosso americano, che a settembre ha spedito le lettere di licenziamento ai lavoratori e si rifiuta di concedere la cassa integrazione in deroga. Seppur criticata da Regione e Ministero dello Sviluppo economico, la posizione della multinazionale sembrava cambiata alcuni giorni fa. Ma durante i negoziati per la reidustrializzazione del polo metalmeccanico di Massa si è arrivati di nuovo a un muro contro muro. La Eaton il 12 novembre ha freddamente annunciato alle istituzioni locali e ai sindacati di voler tornare a spedire le lettere di licenziamento ritirate con l'accordo raggiunto in tribunale il 22 ottobre scorso. In più si è rifiutata di chiedere la cassa integrazione in deroga per i 304 opaerai rimasti.
In un comunicato congiunto, la segreteria regionale di Rifondazione e il gruppo di Federazione della sinistra e Verdi in Regione giudicano "gravissimo quanto avvenuto oggi presso il casello autostradale di Massa. La carica delle forze dell’ordine ha il segno di voler colpire la sacrosanta protesta dei lavoratori dell’azienda massese, intenti ad una occupazione simbolica e temporanea (e con modalità pacifiche) del casello autostradale al fine di rivendicare il proprio diritto al lavoro".

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©