Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Eboli, in manette un pregiudicato


Eboli, in manette un pregiudicato
29/04/2010, 14:04


EBOLI (Sa) - Nel corso di attività di controllo del territorio, prevenzione e repressione di traffici illeciti, disposta e coordinata dal Comando Provinciale di Salerno, nella prima mattinata odierna, alle ore 09.30 circa, i finanzieri della Compagnia di Eboli nel corso di un controllo su strada eseguito nella zona industriale di Eboli, hanno fermato un pregiudicato 46enne originario di Battipaglia. Nel corso dei riscontri di rito, eseguiti tramite le banche dati di polizia, il pregiudicato è risultato già destinatario di una misura di prevenzione disposta dal Tribunale Penale di Salerno che impone a suo carico l’obbligo di soggiorno nel comune di Battipaglia, nonché la permanenza presso il suo domicilio nelle ore notturne.
La persona fermata aveva numerosi precedenti di polizia per reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti ed al riguardo era già stato tratto in arresto varie volte ed aveva proprio da qualche anno terminato di scontare la detenzione in carcere.
Era tuttavia ancora destinatario di una misura di prevenzione della durata di due anni con scadenza dicembre 2010; il pregiudicato è stato sorpreso dai finanzieri alla guida di un furgone unitamente ad altre due persone.
Dai controlli eseguiti dalle Fiamme Gialle è emerso, altresì, che alla persona fermata era già stato ritirata la patente per cui è stato altresì verbalizzato per violazione dell’art 216 del codice della strada che prevede il fermo amministrativo del veicolo.
Il pregiudicato è stato quindi condotto presso gli uffici delle Fiamme Gialle di Eboli, siti in via Cefalonia, dove è stato trattenuto in attesa di essere processato con rito direttissimo già nel pomeriggio odierno presso il Tribunale di Eboli per violazione dell’art. 9 della legge n. 1423 del 1956 (Misure di prevenzione nei confronti delle persone pericolose per la sicurezza e per la pubblica moralità).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©