Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ebrei: "Shoah" obbligatoria in tutte le chiese cattoliche


Ebrei: 'Shoah' obbligatoria in tutte le chiese cattoliche
12/03/2009, 15:03

Spesso si parla male degli islamici che vogliono imporre le loro idee in Italia, ma non si parla mai dell'azione - egualmente destrabilizzante della nostra cultura, ma meno pubblicizzata e più sotterranea - che le comunità ebraiche provano ad imporre. Come oggi, quando una delegazione del Gran Rabbinato di Israele (la massima espressione religiosa dell'ebraismo) è venuta a Roma a parlare col Papa, e ha proposto di introdurre lo studio obbligatorio della Shoah nelle scuole cattoliche. Non c'è stata alcuna risposta certa, ma - parlando con i giornalisti - il capodelegazione israeliano si è mostrato ottimista.
La cosa è molto più pericolosa di quello che sembra, dato che nessuno sa cosa significhi esattamente il termine Shoah. Infatti quel termine si riferisce solo agli ebrei morti nei campi di concentramento, di sterminio e di lavoro nazisti, prima del 1945 (circa 6 milioni) e non a tutti coloro che lì sono morti (circa 20 milioni di persone). Insomma è un termine razzista, che discrimina tra gli ebrei meritevoli di essere ricordati e gli altri 15 milioni di non ebrei che, secondo chi usa questo termine, non meritano tale onore. Introdurre lo studio della Shoah (come vogliono gli ebrei, cioè dando un netto stampo antisemita svincolato dalla realtà del tempo) significa introdurre lo studio di una materia basata sul razzismo. Cosa che in Italia - per ora - è incostituzionale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©