Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Il principe azzurro è “intrappolato” nelle favole

Ecco le pecche dei nostri uomini

Ma le donne sono abbastanza tolleranti?

Ecco le pecche dei nostri uomini
20/12/2011, 19:12

Londra. Un’azienda produttrice di rasoi e lamette, la Remington, ha promosso un sondaggio per capire come appaiono gli uomini agli occhi delle loro donne e i dati emersi decretano che il bramato principe azzurro trova posto solo nelle favole e nei sospirati amori delle giovani fanciulle alle prime esperienze. Le donne ne erano già perfettamente a conoscenza ma adesso lo sapranno anche gli uomini! Rispetto a un modello ideale, sul campione di donne intervistate ( circa 2000 tra signore e signorine) il proprio compagno risponderebbe alla “perfezione” soltanto al 69%, mentre il restante 31% raccoglie un cospicuo elenco di difetti più o meno sopportabili. “L’uomo medio non può essere in grado di competere con l'immagine di David Beckham – spiega al Daily Mail, Nikki McReynolds, direttore marketing di Remington – ma ci sono ancora una serie di piccoli cambiamenti che possono attuare per fare una grande differenza". La maggioranza delle donne ritiene che il requisito indispensabile a cui un uomo debba rispondere per potersi definire perfetto, è una spiccata personalità, cui fanno seguito il senso dello humor e la bella presenza. I difetti che irrimediabilmente allontanano gli uomini dall’idea romantica del principe azzurro, quella stessa idea che tanti sogni di bambina aveva teneramente cullato, sono veramente tantissimi, ma dovere di sintesi e spirito natalizio incombente, ci esortano ad elencare qui di seguito quelli considerati i più “abominevoli”. Il primo posto spetta in modo indiscusso al “Non andare d’accordo con la famiglia di lei”. Gli uomini che fanno pochi sforzi in famiglia, rappresentano per la maggioranza delle donne il sintomo più evidente di una scarsa capacità di adattamento e di una malcelata natura egoistica. Seguono a ruota : usare lo spazzolino di lei, lasciare il water sporco, detestare gli amici di lei, essere pigro, avere la barba incolta, lasciare pezzi di unghie tagliati in giro per casa, guidare come un giovane pilota di corsa, essere scontroso, essere mammone, lasciare panni sporchi disseminati qua e là, criticare lei al volante, non trattenere rumori corporali, guardare troppo sport in tv, non aiutare in cucina. E non storcano il naso i signori uomini eventualmente intenti in questa lettura, giacché l’elenco su riportato pratica sconti di una certa importanza a difetti che puntellano la quotidianità di tutte quelle donne che stoicamente riescono a resistere e chiudere un occhio. Un esempio? La famosa tavoletta del water, che puntualmente resta alzata e che ha sin qui prodotto una copiosa letteratura, non vi dice proprio niente? Ci sembra congruo e calzante dunque il commento della già menzionata Nikki McReynolds: “Le donne sono realiste in quel che cercano nel partner. Ma se su certi comportamenti sono pronte a lasciar correre, ci sono imperfezioni su cui non si transige”. Varrà la pena di ricordare che l’azzurro presenta tante sfumature?

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©