Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

In un documento l' elenco di acquisti fatti a Montecitorio

Ecco le spese folli della Camera nel 2012

Pagati 22 mila euro solo per cioccolatini

Ecco le spese folli della Camera nel 2012
18/01/2013, 12:53

ROMA – Cioccolatini Venchi, corsi di lingue per gli onorevoli, bandiere, arredi, facchini e parcheggi. Sono alcune delle voci che compaiono nel documento pubblicato sul sito dell’istituzione alla voce “spese ordinate per lavori, servizi, forniture, consulenze e collaborazioni”, risultanti dal sistema informativo contabile della Camera dei deputati. Che a Montecitorio non ci fosse austerità certo non è una novità, ma i dettagli lasciano sempre un certo sconcerto.

Solo per l’anno 2012, la Camera ha speso nel complesso 124 milioni di euro. Solo in dolciumi, stando al documento, sono stati spesi complessivamente ben 22mila euro. Ci sono, poi, le spese per la ristorazione pari  a 4,8 milioni euro: nel bilancio compaiono 16.800 euro per la macelleria, 8.388 euro di arance fresche.

Per non parlare della formazione: corsi di lingue straniere e di informatica per un anno costano 500mila euro.

E anche bandiere e stendardi costano caro a Montecitorio: soltanto nel 2012 si è speso 10.531 euro. Per la cancelleria invece, le spese correnti hanno s?orato la cifra di 665mila euro.

Ma la spesa maggiore riguarda le spese informatiche. Per l’acquisto di hardware sono stati spesi 1,2 milioni, per la manutenzione di questa apparecchiatura invece  666mila euro. E non si è poi risparmiato certo sui programmi informatici, acquistati per 4,8 milioni di euro.

Si risparmierà nel 2013?Ai posteri l’ardua sentenza…

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©