Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Un solo spruzzo e sei su di giri!

Ecco l’invenzione per ubriacarsi senza bere alcol


Ecco l’invenzione per ubriacarsi senza bere alcol
14/05/2012, 19:05

A chi non piacerebbe vivere lo stato d’ebbrezza che viene dall’aver bevuto qualche bicchiere in più senza dover però smaltire gli sgradevoli effetti di una sbronza? Ebbene, sembrerebbe che la ricerca sia riuscita anche in questo e adesso, grazie ad un gadget decisamente singolare, sarà possibile sentirsi ubriachi pur non assumendo nessun tipo di alcolico. La conquista di una sbornia senza postumi è il frutto di uno studio condotto ad Harvard dal ricercatore David Edwards e dal noto designer Philippe Starck. Si tratta di uno spray che con un solo spruzzo ci fa sentire immediatamente ubriachi e il cui effetto si fa sentire per non pochi secondi prima di ritornare “sobri”. Il nome di questa stravagante invenzione, che è stata presentata lo scorso mercoledì a Parigi, è WAHH Quantum Sensation. Ogni spruzzata contiene solo 0,075 ml di alcol, una quantità infinitamente più piccola di quella che potremmo assumere ordinando un normale drink (1000 volte di meno di un martini ad esempio). Gli effetti sono immediati ma brevi, così brevi che dopo lo spruzzo ci si può tranquillamente sottoporre al test dell’etilometro che non rileverà più alcuna traccia di alcol. Un astemio vuol provare lo stato di euforia successivo alla scuffia? Adesso potrà farlo! Ma al di là della eventuale curiosità di chi è avverso al consumo d’alcol, ciò che ha spinto David Edwards a mettere a punto questa invenzione è legato a una ragione più lodevole, e cioè, aiutare gli alcolisti a superare le crisi di astinenza senza bere e affaticare ulteriormente un fegato già compromesso e soprattutto, contenere la pratica dilagante nell’attuale società che ci induce a credere che il divertimento debba necessariamente passare attraverso il consumo smodato di bevande alcoliche. Niente da dire sulla “nobile” iniziativa di Edwards, dunque, se non fosse per un piccolo particolare: il WAHH Quantum Sensation, che molto presto sarà in vendita negli Stati Uniti, costa ben 28 dollari, i nostri 30 euro grosso modo e, com’è comprensibile, non può certo rappresentare l’alternativa economica al consumo di un cocktail tradizionale senza contare che, ci sembra abbastanza improbabile che pub e lounge bar si facciano sostenitori entusiasti dell’invenzione.

Commenta Stampa
di Rosa Vetrone
Riproduzione riservata ©