Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Economia: presentato il Premio Nazionale Val Calore


Economia: presentato il Premio Nazionale Val Calore
02/04/2010, 15:04


SALERNO - È stata presentata questa mattina in Camera di Commercio la prima edizione del “Premio Nazionale Val Calore”, istituito dalla Cantina Sociale Val Calore S.c.r.l. per premiare le personalità del territorio salernitano che s’impongono all’attenzione nazionale e internazionale nei più disparati campi della vita sociale (agricoltura e più in generale economia, ma anche arte, cultura, spettacolo) contribuendo in maniera fattiva e concreta alla promozione delle nostre realtà. «Un modo, il nostro – ha spiegato il presidente della Cantina Sociale Val Calore, Pasquale Mucciolo – per promuovere il cinquantenario della cooperativa, che è nata appunto nel 1960, legandola ad un evento che avesse una rilevanza nazionale». Alla conferenza stampa sono intervenuti il presidente della Camera di Commercio di Salerno, Augusto Strianese, l’Assessore provinciale all’agricoltura, Mario Miano, il sindaco di Castel San Lorenzo, Michele Lavecchia, il presidente della Cantina Sociale Val Calore, Pasquale Mucciolo e il direttore Mario Arciuolo. «Si tratta di un’ottima iniziativa – ha commentato il presidente Strianese – che contribuirà sicuramente a valorizzare e promuovere ulteriormente le produzioni vitivinicole della Val Calore». Parole di apprezzamento Strianese ha avuto anche per l’attore e regista Massimo Venturiello (nella foto), nativo di Roccadaspide cui è andato il premio, che sarà consegnato venerdì prossimo a Verona durante il Vinitaly. Grande soddisfazione anche da parte del sindaco di Castel San Lorenzo Michele Lavecchia che ha sottolineato «il grande interesse e la costante vicinanza» del Comune all’iniziativa di una cooperativa che raccoglie 900 agricoltori del comprensorio, e rimarcato come «l’istituzione di questo premio possa contribuire anche ad emancipare in qualche modo aree e territori non facilmente accessibili dal capoluogo per problemi geografici ma anche per carenze della viabilità». Grande interesse e sostegno all’iniziativa sono venute anche da Mario Miano, Assessore provinciale all’Agricoltura. La prima edizione del premio è stata vinta, come detto, da Massimo Venturiello, noto per aver interpretato, tra le altre cose, il ruolo del generale nella fiction “Intelligence – Servizi e Segreti” trasmessa su Canale 5 ed interpretata, nel ruolo di protagonista, da Raul Bova (vedi scheda biografica). Il premio sarà consegnato il giorno 9 aprile 2010 a Verona in occasione della 44^ edizione del Vinitaly, cui la cooperativa Val Calore partecipa con un proprio stand.
MASSIMO VENTURIELLO
Attore e regista, è nato a Roccadaspide il 4 agosto 1957.
Al cinema ha recitato in Good morning Babilonia dei fratelli Taviani, in Marrakech di Gabriele Salvatores, in Ravanello Pallido e La terra di Sergio Rubini. Ha inoltre interpretato numerose serie televisive, tra cui la parte del “perfido” Cesare Carrano nella serie Distretto di polizia 6 e il ruolo del commissario Angelo Mangano nella fiction Il capo dei capi.
Nel 2007 è nel cast del film Rai Gli ultimi giorni di Pompei.
Su Canale 5 è stato il generale dei servizi segreti nella serie “Intelligence – Servizi & Segreti” interpretata, nel ruolo di protagonista, da Raul Bova.
È anche un noto ed apprezzato doppiatore: sua la voce di Kitt nei telefilm Supercar della 2^, 3^ e 4^ edizione, come pure quella di Ade, il cattivo di Hercules.
In questi giorni Venturiello è impegnato a teatro, come attore e regista, per la trasposizione del capolavoro cinematografico di Federico Fellini “La Strada”, in cui recita con la sua compagna di vita Tosca, la nota cantante per la quale Venturiello ha scritto il brano Il terzo fuochista, presentato al Festival di Sanremo nel 2007 ed eseguito in duetto nella serata degli ospiti.

LA CANTINA SOCIALE VAL CALORE
La Cantina Sociale Val Calore conta oltre 900 soci ed è una delle aziende vitivinicole più importanti della provincia di Salerno e resta, nonostante le numerose vicissitudini a cui ha dovuto far fronte negli anni scorsi, un chiaro esempio di operosità, oltre che motivo vanto per il territorio.
Costituita nel 1960 da valorosi viticoltori, la Cantina Sociale Val Calore è in attività per la produzione vinicola dal 1968. Oggi è una realtà all'avanguardia per l'indiscussa qualità dei suoi prodotti, fra i quali spiccano i sette rinomati vini "Castel San Lorenzo" D.O.C., i sette vini "Paestum" a Indicazione Geografica Tipica ma anche per la produzione dell'olio extravergine di oliva, avviata nel 1983.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©