Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Le autorità: “Su di lui deisposizione sovrana”

Ecuador: c'è attesa per la decisione su Assange


Ecuador: c'è attesa per la decisione su Assange
21/06/2012, 20:06

LONDRA - Julian Assange resta barricato nell’ambasciata ecuadoriana a Londra e si prepara ad affrontare la sua terza notte da rifugiato politico. L’atteso verdetto sulla sua richiesta di asilo, dato più volte per imminente, continua in realtà a tardare. Quando arriverà, ha però assicurato il presidente Rafael Correa, sarà “sovrano”. Per il boss di WikiLeaks, anche nel caso in cui l’Ecuador dovesse dare il via libera alla richiesta di asilo, non sarà facile evitare l’arresto da parte degli agenti di Scotland Yard. “Una richiesta di asilo politico, benchè‚ accolta, non cambia il fatto che Assange ha violato i termini della sua libertà su cauzione”, ha ribadito un portavoce della polizia londinese, che ha aggiunto: “Non siamo a conoscenza di nessun accordo che potrebbe garantirgli un salvacondotto al di fuori del Regno Unito”.

Commenta Stampa
di AnFo
Riproduzione riservata ©