Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sono diverse le strutture diventate rifugio per immigrati

Edifici fatiscenti occupati,allarme degrado a via Brin


.

Edifici fatiscenti occupati,allarme degrado a via Brin
29/04/2010, 17:04

NAPOLI – Nella periferia orientale di Napoli, dove il 24 aprile il crollo di un edificio abbandonato ha causato la morte di due persone, sono diverse le strutture degradate diventate rifugio per extracomunitari. Un altro stabile si trova lungo via Brin, a poche centinaia di metri da via Gianturco, dove avvenne il crollo. Si tratta di un palazzone diroccato, pericolante. Pericolosissimo. Ufficialmente è disabitato, nessuno ci mette piede da anni. Basta chiedere a qualcuno del posto, però, per scoprire che la realtà è ben diversa. Malgrado gli ingressi siano murati, qualcuno ha trovato egualmente il modo di entrare. La notte, come accade per gli altri edifici diroccati della zona, qualcuno torna dal lavoro e dorme tra quelle mura disastrate. Si tratterebbe di extracomunitari, probabilmente provenienti dall’Est europeo.

Alcuni anni fa all’interno del palazzone furono anche ritrovati dei cadaveri di extracomunitari; uccisi. L’edificio venne sigillato, ma bastarono pochi giorni perché tutto tornasse alla normalità. Che il palazzo tornasse ad essere, cioè, il rifugio per chi è tanto disperato da accettare anche un pericolo così grande pur di avere un tetto sulla testa.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©