Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il Viminale sottolinea: alle 19 numero in aumento

Elezioni, in serata cresce l'affluenza


Elezioni, in serata cresce l'affluenza
15/05/2011, 21:05

ROMA – Cresce in serata il numero dei votanti alle Amministrative.  Alle 19 sono in crescita sia per le elezioni comunali che per quelle provinciali. A comunicarlo è il Viminale, dicendo che le percentuali sono cresciute rispettivamente del 2 e dell'1,5% rispetto alle ultime consultazioni. Per il rinnovo dei consigli provinciali ha votato il 29,69% contro il 28,21% dell'ultima tornata; per le comunali il dato è superiore: il 39,10% degli aventi diritto è andato al seggio contro il 37,09% delle elezioni precedenti, con alcuni episodi che gettano ombre sulle votazioni a Napoli. 
Ma procediamo per ordine.
L'affluenza a Torino è al 36,16 (era 31,82). A Milano ha votato il 43,32% contro il 41, 35 del precedente. Anche a Napoli cresce l'affluenza: si è recato ai seggi il 32,14% degli aventi diritto contro il 30,92 del precedente. A Bologna, invece, è giallo. Alle 12 il dato definitivo del Viminale indica che si sono recati alle urne il 13,8% degli elettori contro il 28,4 % delle elezioni precedenti: meno della metà. Ma il dato è difficilmente raffrontabile: nel 2009 si votò il sabato pomeriggio e la domenica. La stessa Prefettura con una nota spiega: "Non è omogeneo" visto che si riferisce alle 22 di sabato. Fonti del Viminale ammettono: "Raffronto incongruo". E alle 19 si registra un 39,88 per cento dei votanti.
Sono circa 12,8 milioni gli italiani chiamati alle urne oggi e domani per le elezioni amministrative, che coinvolgono 9 province e 1.177 comuni, di cui 23 capoluoghi di provincia. Nelle regioni a statuto ordinario si va al voto per eleggere presidente e consiglio provinciale di 9 province (Vercelli, Mantova, Pavia, Treviso, Ravenna, Lucca, Macerata, Campobasso e Reggio Calabria) oltre che per il sindaco e il consiglio comunale di 1.177 comuni (di cui 23 capoluoghi di provincia: Novara, Torino, Milano, Varese, Rovigo, Savona, Bologna, Ravenna, Rimini, Arezzo, Grosseto, Siena, Fermo, Latina, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Barletta, Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria) e per i consigli circoscrizionali.

Si vota fino alle 22 di stasera e domani dalle 7 alle 15. Le operazioni di scrutinio avranno inizio subito dopo la chiusura della votazione. Per l'eventuale turno di ballottaggio per l'elezione dei presidenti di provincia e dei sindaci, si votera' domenica 29 maggio, sempre dalle ore 8 alle ore 22, e lunedi' 30 maggio, dalle 7 alle 15 mentre le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa giornata di lunedi' al termine delle votazioni e dell'accertamento del numero dei votanti.
 
Sullo svolgimento delle elezioni si annebbiano alcune ombre. Un unico episodio di rilievo segnalato dalla Digos: una persona denunciata perché sorpresa a fotografare la scheda in una scuola del quartiere Scampia. È stata denunciata a piede libero. 

Numerose, invece, le segnalazioni per propoganda elettorale abusiva: volantinaggio lungo le strade e vicino i seggi. 

Denunce, sia da parte del Pd che dell'Idv su tentativi di intimidazione del voto. Secondo quanto denunciato dal segretario regionale campano dell'Idv, Nello Formisano, «nelle scuole elementari di Marianella, di via Ramaglio e via dell'Abbondanza, centinaia di 'galoppinì elettorali hanno accompagnato fin quasi dentro i seggi i poveri elettori cercando di condizionarli. Immediato l'inmtervento della Prefettura».

Di intimidazione ha parlato anche Maria Grazia Pagano, presidente del Pd Campania. “Nella zona di Avvocata e in particolare nel rione di Materdei, diverse persone dentro e fuori le sedi elettorali tentano di condizionare il voto con atteggiamenti intimidatori”. 

Denunciano la compravendita dei voti anche i Verdi.
 
 

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©