Cronaca / Rosa

Commenta Stampa

L'intervento dopo l'intervista dell'Ex fidanzato

Elio Letizia difende Noemi: l'ex fidanzato mente


Elio Letizia difende Noemi: l'ex fidanzato mente
25/05/2009, 12:05

Elio Letizia racconta la sua verità al quotidiano partenopeo de Il Mattino. Il giovane padre di Noemi, ha deciso di dare la sua versione definitiva agli organi di stampa che nell’ultimo periodo si sono accaniti contro la figlia e la sua famiglia. Mentre il quotidiano La Repubblica ha pubblicato l’intervista all’ex della bionda 18enne, Gino Flaminio, dove sono state riportate delle “falsità che verranno impugnate dinanzi la giustizia con una querela”, Secondo la versione di Gino, Berlusconi è entrato a far parte autonomamente della vita di Noemi dopo aver visionato il book fotografico dell’allora 17 enne, lasciatogli da Emilio Fede. Il padre Elio, invece, ha raccontato un’altra versione. Berlusconi sarebbe stato avvicinato da Elio Letizia durante il 2001 mentre il premier si trovava a Napoli per uno dei suoi tour elettorali. Per avvicinarlo, il padre di Noemi ha approfittato delle origini librarie della sua famiglia ed ha deciso di inviare a Berlusconi delle stampe e delle cartoline antiche sapendo che il Cavaliere avrebbe apprezzato. Berlusconi mandò una lettera scritta a mano dove c’erano i ringraziamenti per i doni ricevuti.
 
La prima volta con PAPI - L’incontro tra la moglie Anna, Noemi e il Premier è avvenuto ben 8 anni fa quando Elio Letizia decise di chiamare il Cavaliere mentre si trovava a Roma con la sua famiglia nel periodo di Natale. Il Premier non esitò nel riceverli soprattutto per testimoniare l’affetto alla famiglia Letizia dopo la tragica vicenda della morte del figlio di Elio ed Anna, Yuri, morto alla giovane età di 19 anni in un incidente stradale. Durante quel dicembre del 2001 Berlusconi incontro per la prima volta la piccola Noemi dicendole di sentirsi il suo nonnino, ma secondo Elio era un nomignolo troppo ingeneroso: meglio “Papi”.
 
Gli altri incontri – Nell’intervista rilasciata dall’ex di Noemi, Gino Flaminio, si evince che Berlusconi ha ricevuto Noemi in almeno 2 occasioni senza che vi fossero presenti i genitori: una volta a Palazzo Madama ed un'altra durante la festa del Milan. Elio Letizia chiese a Berlusconi se era possibile inserire la figlia nel mondo della Moda visti gli studi della giovane in grafica pubblicitaria. Il papà accompagnò la figlia a Roma dove poi si separarono per la cena: lui rimase nella villa a guardare l’amichevole Italia-Grecia, lei andò alla cena per poi ritornare dal padre una volta che terminò l’evento. Per quanto riguarda la partecipazione i Noemi alla Cena di gala del Milan, Elio Letizia ha raccontato che la figlia partecipò a dei provini per diventare una meteorina nel TG di Emilio Fede e la sera si ritrovò seduta al un tavolo con Fedele Confalonieri, ad di Mediaset.
 
La mia ragazza è illibata – Elio Letizia ha assicurato ai cronisti che la figlia è illibata. Un particolare questo che non sta a noi scoprire e che non è necessario per sbrogliare la matassa intrecciata della storia che sta destando scalpore in tutto il mondo. Quello che conta è salvare l’immagine di un paese che appare poco serio agli occhi di chi all’estero è abituato a far cadere i governi con azioni di impeachment anche se sussiste solo il sospetto di un caso di pedofilia nell’esecutivo di un paese. L’unica risposta che manca all’articolo apparso su Repubblica, leggendo le dichiarazioni di Elio Letizia apparse su Il Mattino, è quella che riguarda la permanenza della figlia nella Villa in Sardegna, dove c’erano trenta o quaranta ragazze e non si sa null’altro.

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.