Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ELUANA ENGLARO: L'ODISSEA CONTINUA


ELUANA ENGLARO: L'ODISSEA CONTINUA
10/12/2008, 09:12

Non finisce l'odissea di Eluana Englaro, la ragazza in coma da 17 anni. Ormai c'è la sentenza passata in giudicato che autorizza il padre a staccare il sondino naso-gastrico ma nonostante questo non si può procedere. Infatti tutte le strutture a cui il signor Englaro si è rivolto, hanno negato la possibilità di ospitare la ragazza e procedere al distacco. Prima quelle della Regione Lombardia, per l'opposizione del Governatore della Regione, Formigoni; ma la stessa cosa si è ripetuta anche fuori. Per esempio, uno degli ultimi posti dove è stato fatto il tentativo è stato in una clinica privata di Udine; ma il primario di neurologia si è opposto. Franca Alessio, curatrice speciale di Eluana, è stata molto chiara, parlando di pressioni - politiche e non solo - per impedire questo ricovero; ma osno pressioni fatte da persone che commettono un reato, ostacolando l'applicazione di una sentenza della magistratura.

In effetti, ogni giorno che Eluana rimane attaccata ai macchinari è una vittoria per il Vaticano e per tutta quella parte politica (PdL, Lega, UDC, parte del PD) che striscia davanti alla Santa Sede, per averne i favori e soprattutto per averne propaganda elettorale, come spesso si sente in Chiesa prima di elezioni e/o referendum. Ma nessuno pensa alle cose concrete, come il dolore del signor Beppino Englaro, una persona che sta dimostrando un coraggio ed una forza d'animo impressionanti, davanti cui ci si può solo togliere il cappello.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©