Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ELUANA ENGLARO, STOP AD ALIMENTAZIONE FORZATA


ELUANA ENGLARO, STOP AD ALIMENTAZIONE FORZATA
09/07/2008, 12:07

Finalmente Beppe Englaro ha vinto la battaglia che dura dal 1999. E' da quell'anno infatti che quest'uomo chiede di poter spegnere le macchine che tengono artificialmente in vita la figlia, Eluana, in coma irreversibile dal 1992, dopo un tremendo incidente d'auto. E finalmente la Corte d'Appello di Milano, seguendo le indicazioni contenute nella sentenza della Corte di Cassazione emessa l'anno scorso su questo stesso tema, ha autorizzato l'interruzione dell'alimentazione e dell'idratazione forzata sulla ragazza. E così finalmente Eluana Englaro e la sua famiglia potranno trovare pace.

Naturalmente adesso si parlerà di crudeltà, di omicidio e sciocchezze varie. Ma bisogna tenere presente una cosa: in questo momento il cervello di Eluana Englaro, dopo 16 anni di coma irreversibile, è distrutto, ridotto alle dimensioni di un pugno o anche meno. E' impossibile che lei possa uscire dal coma o parlare o fare qualsiasi cosa. E' rimasto il cervelletto e un po' di tessuto vicino,quanto basta per far battere cuore e far espandere (poco) i polmoni. Basta. E questa sarebbe vita? Io non credo. Insomma la stessa storia di Terry Schiavo, la ragazza americana nei confronti della quale fu presa la stessa decisione.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati