Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

ELUANA, "NON ASPETTEREMO RICORSO"


ELUANA, 'NON ASPETTEREMO RICORSO'
11/07/2008, 20:07

 

 

Beppino Englaro non attenderà un eventuale ricorso della procura generale ma, come autorizzato dai giudici della Corte d'appello civile di Milano, ha deciso di procedere all'interruzione dei trattamenti a cui è sottoposta la figlia Eluana, in stato vegetativo irreversibile da 16 anni. Il papà della ragazza, in accordo con la curatrice speciale, ha deciso di "disporre l'interruzione dei trattamenti di sostegno vitale artificiale in atto". Beppino Englaro, tramite il suo avvocato, invita "la stampa, la radio, la televisione ed ogni altro mezzo di informazione all'esigenza del rispetto della riservatezza dovuto". Il legale ha poi aggiunto che l'interruzione dei trattamenti terapeutici avverrà "in modo chiaro e controllabile dall'opinione pubblica in modo tale da sapere come verrà fatto". "Beppino Englaro ci tiene a far sapere - ha precisato - che, ora che finalmente i giudici gli hanno dato ragione, non ha cambiato idea e non ha alcuna esitazione; è una persona cosciente di quel che fa e di quel che pensa". 

 

 

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©