Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Eluana: Viale, dopo questo caso toccherà all’aborto


Eluana: Viale, dopo questo caso toccherà all’aborto
08/02/2009, 18:02

Dopo la legge su Eluana ''tocchera' all'aborto, con Berlusconi e Sacconi pronti a compiacere alle tesi di Eugenia Roccella e delle organizzazioni cattoliche''. Lo afferma Silvio Viale, il medico torinese che ha promosso la sperimentazione della pillola RU486. ''Il blocco ad oltranza all'Aifa della RU486 - sostiene Viale - e' solo l'inizio di uno scontro annunciato, con prevedibili scrupoli di coscienza del premier e del neo-credente Sacconi''. ''Gli ingredienti - aggiunge Viale - sono gli stessi. In primo luogo un premier distratto e strabico, con un occhio rivolto al governo ombra vaticano e con una coscienza usa e getta. In secondo luogo un gruppo agguerrito di manipolatori, capitanato da Eugenia Roccella, che si occupa di diffondere false notizie scientifiche all'insegna del dubbio metafisico, ma con molta documentata convinzione assunta dai siti pro-life. In terzo luogo un fronte pro-choice timido e rinunciatario, scarsamente informato, che si fa condizionare persino nel linguaggio dai pro-life e da tempo ha perso ogni spinta propulsiva in difesa della pluralita' delle scelte''. ''In quarto luogo - conclude Viale - come per Eluana, conquistato il premier, scatta un richiamo all'appartenenza politica che tende a recuperare una parte dell'opinione pubblica contraria''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©