Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Bambina salvata dalle fiamme grazie a Polizia e Prot civile

Emergenza incendi, 5 famiglie evacuate a Camerota


Emergenza incendi, 5 famiglie evacuate a Camerota
09/08/2010, 09:08


CAMEROTA (Sa) -  Alberi scheletriti, pali abbattuti, turisti in fuga dalle case: inferno di fuoco ieri pomeriggio a Marina di Camerota. Cinque famiglie evacuate e una donna con la bambina di cinque anni salvata in extremis dagli agenti della polizia, dai carabinieri e dai volontari della protezione civile comunale. Il caldo che fa registrare 40 gradi giá alle prime ore del mattino, il vento di scirocco e spesso la leggerezza e l’imprudenza sono gli alleati delle fiamme che ieri pomeriggio hanno creato non poca paura in località "Previteri". Per domare le fiamme i vigili del fuoco, il Corpo Forestale dello Stato e gli operai della Comunità Montana, in sinergia con polizia e carabinieri, hanno dovuto lavorare ininterrottamente per diverse ore. Intervenuti per rinforzo anche gli uomini della Capitaneria di Porto e alcuni turisti decisi a difendere le loro abitazioni. I teli da mare arrotolati sulla testa a coprire naso e bocca, in mano una pala e qualche secchio per affrontare il fuoco. La situazione è stata resa ancora più difficile dal forte scirocco che soffia da ore su tutta la zona. Le fiamme si sono sviluppate poco dopo le 14. Si sono vissuti momenti di panico, visto il rifiuto di una donna con la propria bambina di lasciare l’abitazione. Entrambi sono state trasferite e messe al sicuro, con la forza, a bordo dei mezzi della Polizia di Stato e della Protezione civile comunale. Il sostituto commissario Raffaele Ottati è riuscito a prendere in braccio la bambina coprendole il naso e la bocca con un fazzoletto bagnato. Sul posto a scopo precauzionale anche un’ambulanza. Ingenti i danni. Questa mattina inizierà la conta. Impegnato in prima persona anche il sindaco Domenico Bortone, l’assessore Pierpaolo Guzzo e i consiglieri Domenico Saturno e Domingo Troccoli: “Un duro colpo per il nostro comune - spiega il primo cittadino di Camerota – ma le forze dell’ordine e i volontari della protezione civile hanno dimostrato di far fronte all’emergenza in maniera davvero eccezionale e tempestiva”. Polemiche sono state sollevate solo sui tempi di intervento dell’elicottero anti-incendio della Regione Campania, in stanza presso l’eliporto di Centola-Palinuro. Il mezzo aereo è giunto sul posto dopo circa un’ora e mezza dall’attivazione dei carabinieri. Il protocollo infatti, prevede che il mezzo può decollare solo su richiesta degli agenti del Corpo Forestale dello Stato, dopo aver verificato personalmente sul posto la situazione. A Camerota, dove non esiste il comando della Forestale bisogna quindi attendere che gli agenti arrivino da San Giovanni a Piro, a circa 45 minuti di distanza.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©