Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Situazione critica a Marina di Camerota

Emergenza incendi: Cilento, 20 roghi in poche ore


Emergenza incendi: Cilento, 20 roghi in poche ore
28/08/2009, 08:08


Emergenza incendi in tutto il Cilento. Oltre venti roghi si sono sviluppati nella giornata di ieri nei comuni di Camerota, Pisciotta, Corleto Monforte e Castelcivita. Le fiamme hanno distrutto oltre cinquanta ettari di boschi, pinete e macchia mediterranea. Alberi scheletriti, pali abbattuti, turisti in fuga. Il comune maggiormente colpito è quello di Camerota, dove contemporaneamente si sono sviluppati ben tre incendi di vaste proporzioni: a ridosso della spiaggia “Lentiscelle”, nella frazione Lentiscosa e in località Pusigno a Marina di Camerota, dove una decina di abitazioni sono state fatte evacuare per alcune ore a scopo precauzionale. Per domare le fiamme sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco, la forestale, gli uomini del servizio antincendio della Comunitá Montana, numerose pattuglie dei carabinieri, due canadair e un elicottero. Tra le divise anche alcuni turisti decisi a difendere le loro abitazioni. I teli da mare arrotolati a coprire naso e bocca, in mano una pala e qualche secchio per affrontare il fuoco. Strategico si è dimostrato l’intervento dei mezzi aerei che hanno consentito lo spegnimento delle fiamme più pericolose vicino alle abitazioni. La situazione è stata resa ancora più difficile dal forte scirocco che soffia da ore su tutta la zona. Le fiamme hanno iniziato a prendere corpo poco dopo mezzogiorno. Si sono vissuti anche momenti di panico, visto il rifiuto di alcuni anziani di lasciare le proprie abitazioni. E’ ancora impossibile un bilancio dei danni ma le conseguenze si preannunciano gravi. Impegnato in prima persona nel controllo delle operazioni di soccorso, il presidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Amilcare Troiano: “La coda dell’estate è stata abbastanza velenosa – spiega Troiano - Questi sono giorni di massima allerta. Per far fronte all’emergenza abbiamo messo in campo tutti i nostri uomini e mezzi. Sto seguendo da stamattina (ieri per chi legge) l’evolversi dell’emergenza in tutto il territorio del Parco. Purtroppo caldo e vento hanno agevolato anche questa volta i piromani. Ho sollecitato gli interventi nelle zone più a rischio. Tutte le forze presenti sul territorio stanno lavorando ininterrottamente da oltre 24 ore. Come Parco abbiamo fatto il possibile, non credo si possa parlare di ritardi nei soccorsi”. “Un duro colpo per il nostro comune – spiega invece il sindaco di Camerota Domenico Bortone – purtroppo sono andati in fumo numerosi ettari di macchia mediterranea. Abbiamo effettuato dei sopralluoghi ma ancora non abbiamo potuto calcolare i danni.”

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©