Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Emergenza Rifiuti a Pagani


Emergenza Rifiuti a Pagani
02/05/2013, 14:35

 

Il comitato di cittadini onesti  che   pagano   le  tasse  ma non vogliono più pagare  sprechi e  clientele , e che   non vogliono più essere spremuti  chiede  un incontro alla commissione  straordinaria! E rivolge alla stessa alcune domande:

 Non ci sono i soldi  per pagare gli stipendi ,il consorzio è pieno di debiti  ,il comune non riesce a farsi pagare dal 56% dei contribuenti ,i rifiuti non vengono raccolti. Una situazione ricorrente  a cui va data soluzione definitiva    .

Cosa  stà  facendo la commissione straordinaria ?

 poco o nulla vista la situazione in cui versa la città!

Perché non  opera un interevento urgente   per ristabilire  condizioni accettabili per la salute dei cittadini?

TUTTO Ciò non è tollerabile  !

A questa situazione già grave si aggiunge  il decreto legge  dell’’8 di aprile,  che specifica scadenze, rate e natura della maggiorazione sulla Tarsu (Tassa, e non tariffa, sui rifiuti) che andremo a pagare.” prevede che   nuovi aumenti:  30% per le famiglie, a valori stratosferici per negozi ed imprese.

Per quel che riguarda la Tares, e per il solo anno 2013 i Comuni potranno stabilire la scadenza e il numero delle rate di versamento del tributo, con propria deliberazione.

 Cioè aggiunge benzina sul fuoco!

C’èi da dire che il nostro Comune potrebbe vendere al CONAI la plastica, la carta, i metalli, il vetro che abbiamo separato e guadagnare un bel po’ di soldini. Facendo i conti, una famiglia tipo con 3-4  componenti, con servizio Porta a Porta, differenzia circa 450- 600 chili all’anno di materiali preziosi che nelle casse del Comune, come contributo CONAI, fanno entrare 47—   62  euro.”

Il fatto è che i Comuni rinunciano a fare accordi con il CONAI e quindi, il ricavato del lavoro di differenziazione va alla ditta che effettua la raccolta  è cosi  ancora anche a Pagani ?

Se esiste cioè la volontà di far pagare ai cittadini un servizio per ciò che effettivamente il servizio comporta in costi e ricavi, e perché  questi ultimi non vengono valorizzati ?

Come mai paghiamo 83.700,00 per il lavaggio dei bidoni carrellati,che da più di due anni non vengano lavati ancora cosa più grave  i cittadini non ricevano le buste e il Comune paga ancora. Del costo complessivo del servizio è ancora compresa il costo dell’emergenza ?

Cosa pensa di fare la commissione straordinaria?

DOPO UNA ANNO perché  siamo ancora o in questa situazione  e di nuovo si profila solo un ulteriore spremitura dei contribuenti?

Non era ed è Compito della   commissione  un attento esame della situazione economica e finanziaria delle  Multiservice  e porvi rimedio ?

 Non era ed è compito di procedere  ad  una valorizzazione dei materiali riciclati che vada a beneficio dei cittadini, nonché un attento esame degli sprechi e delle disparità di trattamento relative ai tributi e di stanare  gli evasori ?

Perché non sono stati eliminati clientelismi e sprechi  che ancora persistono In Multiservice   ?                     Perché il presidente  è ancora al suo posto?

I CITTADINI chiedono che si vada al più presto ad indire la GARA  per far ritornare il servizio al comune ,che siano pubblicati i costi in modo analitico ,qual è la percentuale di differenziata!

ANTONIO DONATO – VINCENZO CALABRESE – GIUSEPPE BARONE – RITA GRECO - GIOVANNI NOVI – EUGENIO EUNNACO – NAPODANO CARLO – NOVI GAETANO.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©