Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I militari questa mattina al lavoro ad Agnano

Emergenza rifiuti, disponibilità da 6 Regioni


.

Emergenza rifiuti, disponibilità da 6 Regioni
02/12/2010, 17:12

NAPOLI - Il recupero è lento e lungo le strade di Napoli restano ancora 2100 tonnellate di rifiuti: soltanto 100 in meno rispetto a ieri. Questa mattina i militari, intervenuti nel capoluogo campano per aiutare nella raccolta, hanno lavorato nella zona di Agnano. Cumuli enormi ci sono ancora, però, in via Montagna Spaccata, in via Santa Teresa degli Scalzi ed a Calata Capodichino. Negli ultimi quattro giorni, ha spiegato Paolo Giacomelli, assessore all'Igiene Urbana del Comune di Napoli, sono state recuperate soltanto 900 tonnellate: con l'ausilio dei mezzi arrivati dalle altre regioni, però, la raccolta potrebbe migliorare sensibilmente. I rifiuti vengono ancora conferiti negli impianti Stir di Giugliano e Tufino, oltre che nella discarica di Chiaiano.
Intanto Stefano Caldoro, governatore della Campania, al termine della Conferenza delle Regioni convocata per discutere della situazione campana ha spiegato che già 6 Regioni si sono dette disponibili ad accogliere i rifiuti campani, mentre altre 2 sarebbero pronte a farlo ma solo per piccole quantità.
"Oggi abbiamo anche scoperto che ci sono rifiuti che dal nord vengono trattati al sud, - ha aggiunto Caldoro, - ci sono in tal senso accordi tra privati così come prevede il Codice ambientale che non ha avuto alcuna deroga".

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©