Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sotto accusa le interviste a pagamento rilasciate in Tv

Emilia Romagna: a processo capigruppo regionali per danno erariale


Emilia Romagna: a processo capigruppo regionali per danno erariale
03/12/2013, 19:17

BOLOGNA - La Corte dei Conti ha notificato un atto di citazione a giudizio per danno erariale ai sette capigruppo della Regione Emilia Romagna. i sette capigruppo sono Silvia Noe dell'Udc, Roberto Sconciaforni della Federazione della Sinistra, Marco Monari del Pd, Giuseppe Villani del Pdl, Mauro Manfredini della Lega, Gian Guido Naldi di Sel, Andrea Defranceschi del Movimento 5 Stelle.
Sotto accusa c'è l'abitudine, denunciata da tempo anche sui mass media, di pagare le Tv locali per avere interviste e spazi pubblici; e i pagamenti erano effettuati di solito con i soldi che la Regione metteva a disposizione dei gruppi in Consiglio.
In totale, la cifra da pagare è di circa 140 mila euro. Ovviamente ognuno paga in quantità diversa. Per esempio Manfredini dovrà risarcire 75 mila euro, Monari 15 mila e così via.
Le prime dichiarazioni dei capigruppo sono tutte all'insegna del "non sapevo che non fosse permesso", che è la stessa linea difensiva avanzata davanti la Corte dei Conti. Unica eccezione Defranceschi, che invece ha scelto un'altra strada: "E' colpa di Favia. Era lui che andava in Tv".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©