Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

E' accusato di aver usato 30 mila euro di soldi pubblici

Emilia Romagna: capogruppo del Pd si dimette per lo scandalo rimborsi


Emilia Romagna: capogruppo del Pd si dimette per lo scandalo rimborsi
04/11/2013, 09:10

BOLOGNA - Marco Monari si dimette dal ruolo di capogruppo del Pd nel Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna. E' il primo, tra gli 8 capigruppo indagati dalla Procura di Bologna, a fare una scelta del genere. Infatti la Procura sta indagando sull'uso dei rimborsi della Regione ai vari gruppi in Consiglio, rimborsi che pare siano stati usati per lo più per spese che nulla hanno a che vedere con l'attività politica dei gruppi stessi. Nel caso di Monari, si parla di 30 mila euro spesi in altra maniera. 
Le sue dimissioni erano state chieste anche dal sindaco di Bologna, Virginio Merola. In più negli ultimi giorni si era parlato di una gita a Venezia da 1100 euro, pagata con soldi pubblici. Monari ha smentito, ma lo strascico c'era stato. E quindi la decisione di dimettersi, con una lettera che spiega: "Ogni mia azione dal momento in cui ho assunto la guida del Gruppo regionale del Pd è stata ispirata all’assorbimento di tale pesante responsabilità. Questa è la motivazione che mi ha impedito di imboccare la via facile delle dimissioni di fronte a quel processo mediatico che già ho dovuto denunciare".  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©