Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Endoscopia Ginecologica, intervento in diretta ad Avellino


Endoscopia Ginecologica, intervento in diretta ad Avellino
09/09/2009, 14:09


Da Avellino a Strasburgo passando per la più innovativa tecnologia al servizio della medicina moderna. Ancora una volta il Gruppo Malzoni di Avellino sarà protagonista di un importante passo in avanti nel settore dell’endoscopia ginecologica, portando il nome della città di Avellino ai vertici della sanità mondiale. Lunedì 14 settembre il prof. Mario Malzoni eseguirà un intervento in diretta con sanitario Malzoni che vede la tecnologia al servizio della medicina moderna. l’Università di Strasburgo e l’IRCAD, la più importante accademia di specializzazione in endoscopia ginecologica basata sulla didattica a distanza grazie al collegamento diretto con i migliori centri al mondo. L’unico in Italia è il Centro di Endoscopia Ginecologica Avanzata del Gruppo Malzoni. L’intervento che sarà eseguito lunedì 14 settembre sarà effettuato su una paziente affetta da endometriosi severa e sarà trasmesso in diretta in teleconferenza a Strasburgo, dove medici da tutta Europa assisteranno all’operazione. Il Centro di Endoscopia Ginecologica Avanzata del Gruppo Malzoni rappresenta un riferimento internazionale per il trattamento endoscopico delle patologie ginecologiche e per la cura dell’endometriosi ed effettua il maggior numero di interventi all’anno del Paese, a testimonianza dell’impegno del gruppo sanitario avellinese nei confronti dell’endometriosi, ancora oggi una malattia sconosciuta, estremamente dolorosa ed invalidante di cui soffrono in Italia tre milioni di giovani donne. Una patologia comune che colpisce le donne in età riproduttiva, che nel 25% delle donne si presenta come asintomatica ma che è responsabile di una sintomatologia dolorosa che può accompagnare la donna per tutto il periodo produttivo, causando sterilità nel 30-40% delle donne affette dalla malattia. Il dolore, l’infertilità e gli altri problemi di salute possono creare alla donna influenze sul lavoro, seri problemi affettivi e nei rapporti di coppia e possono impedirle di avere figli. Tutte conseguenze che incidono profondamente sulla sua qualità di vita e rendono la malattia di forte interesse sociale. L’intervento sarà eseguito dalla équipe della Endoscopica Malzoni, guidata dal prof. Mario Malzoni, in diretta dal nuovo blocco operatorio del modulo di endoscopia ginecologica, con due sale integrate di ultima generazione, con un reparto con servizi riservati e di un’équipe medica ed infermieristica completamente dedicata. Una esperienza tra le poche al mondo che ha richiesto grandi investimenti da parte della proprietà e che ha reso sempre più il centro avellinese punto di riferimento sia per pazienti europei che per medici di tutto il mondo. Ad oggi sono attive convenzioni con i maggiori centri mondiali per la formazione di medici stranieri provenienti da Spagna, Portogallo, Israele, Ucraina, Russia ed Emirati Arabi. Una struttura all’avanguardia in grado di dare risposte senza perdere di vista l’attenzione alla centralità del paziente ed assicurando professionalità medica, assistenza infermieristica e sviluppo tecnologico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©