Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Energymed, il salone "speculativo" sulle energie pulite

Le voci degli utenti accorsi alla kermesse

.

Energymed,  il salone 'speculativo' sulle energie pulite
11/04/2013, 16:50

NAPOLI - Per il sesto anno consecutivo, la città di Napoli crede di fare la sua parte per la salvaguardia dell’ecosistema con un salone sulle Energie Rinnovabili. E’ partita l’annuale edizione dell’Energymed, con tutte le sue contraddizioni. Si perché l’obiettivo di voler realizzare città pulite e a misura d’uomo, rischia di restare una semplice vetrina o uno stand, se non si agitano, o perlomeno si muovono le acque delle normative in materia. Per circostanze note, e per situazioni riconducibili al business globale che spazia dall’Arabia Saudita ai giacimenti siberiani, appare evidente come parlare di energia rinnovabile, sia una velleità ancora troppo grande da propugnare ad un pianeta a cui piace intossicarsi. A cosa serve dunque l’ennesimo salone sulle rinnovabili, se le istituzioni, la politica, continuano a mostrare scarsa sensibilità e attenzione sul tema? Lo abbiamo chiesto a quei pochi presenti al salone, giunti per curiosità, ma consapevoli di tutte le mancanze legislative di cui gode il settore, che ne impediscono la fattiva attuazione. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©