Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Muore sotto gli occhi della famiglia Ferdinando Rombola

Ennesimo omicidio nel soveratese


Ennesimo omicidio nel soveratese
23/08/2010, 17:08

SOVERETO(CATANZARO)- Davanti agli occhi della moglie , del figlioletto e di un gruppo di bagnanti è stato ucciso Ferdinando Rombola che si trovava sulla spiaggia di Sovereto . Tre colpi precisi , sparati da una pistola di calibro 7,65 hanno colpito l’uomo colpendolo al fianco e alla testa. I carabinieri della Compagnia di Sovereto e del Reparto operativo provinciale sono riusciti ad avere informazioni significative solo dalla moglie , mentre inutile è stato interrogare i bagnanti che dopo aver assistito al freddo omicidio si sono allontanati scandalizzati ed impauriti. Sembra non esserci dubbio circa collegamenti tra il delitto e gli affari mafiosi. Sulle spalle di Rombola gravava già una condanna per spaccio di sostanze stupefacenti. Con lui risultavano coinvolti anche il padre e alcuni esponenti delle cosche locali. L’omicidio non è l'unico del territorio    Soveratese in cui  sono già morte una quindicina di persone nell’arco di due anni. In atto risulta infatti esserci una faida, detta la “ la faida dei boschi” . Gli interessi?  appalti, estorsioni, traffico di droga e armi.
Ulteriori informazioni saranno ricavate dall’autopsia che sarà fatta dal medico legale dell’Università di Catanzaro , Giulio di Mizio, a cui è stato affidato l’incarico da parte della Direzione distrettuale antimafia che coordina le indagini.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©