Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Palermo: "il signore del vento", prestanome di un boss

Eolico, sequestrati beni all'imprenditore Vito Nicastri


Eolico, sequestrati beni all'imprenditore Vito Nicastri
14/09/2010, 11:09

PALERMO - Sequestrati dalla Direzione investigativa Antimafia beni dal valore di un miliardo e mezzo di euro a Vito Nicastri, 54 anni, imprenditore trapanese nel settore eolico. "Il signore del vento" è già sotto inchiesta per una frode sui fondi pubblici.
Antonio Girone, direttore generale della DIA afferma: "Ci sono numerose indagini in corso che confermeranno ciò che per noi emerge: l'imprenditore è un prestanome del boss Matteo Messina Denaro". Il boss di Trapani Matteo Messina Denaro, il primo ricercato in Italia, secondo le indagini, avrebbe messo da tempo le mani sulle energie rinnovabili. Nicastri già il 10 novembre del 2009 accusato di aver percepito contributi pubblici per la realizzazione di parchi eolici, fu uno dei destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Avellino e del sequestro di sette impianti eolici e società nell'ambito di un'indagine per truffa organizzata.
Le società sequestrate erano dodici, nove ad Avellino, tre in Sicilia. Furono sequestrati in Sicilia e in Sardegna anche alcuni parchi eolici dal valore di 153 milioni di euro e realizzati dalle società indagate.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©