Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Chiesti interventi per moratoria debiti e sviluppo

Equitalia, presidio di protesta davanti al Consiglio della Sardegna


Equitalia, presidio di protesta davanti al Consiglio della Sardegna
29/03/2012, 11:03

Il Movimento Antiequitalia torna a protestare dinanzi alla sede del Consiglio regionale di Cagliari per protestare contro la crisi che attanaglia la Sardegna. Questa mattina il corteo del Sulcis (Movimento artigiani commercianti liberi e popolo delle Partite Iva) è partito da piazza Marco Polo sino alla sede del Consiglio regionale in via Roma dove, in tarda mattinata, è previsto un incontro con la presidente del Consiglio regionale ed i Capigruppo. Nel ribadire la necessità di una moratoria dei debiti verso Equitalia e l'opportunità di strategie a sostegno della piccola impresa, il Movimento ha deciso di consegnare ai rappresentanti politici regionali quattro documenti che riassumono le emergenze del territorio. Il primo riguarda l'intesa istituzionale Regione-Provincia Carbonia Iglesias-Comune Carbonia, siglata nel 2007 dall'allora presidente della Regione, Renato Soru. La seconda è attinente alla proposta di legge dei Riformatori per il rilancio del Sulcis Iglesiente presentata nel maggio 2010. La terza è relativa al Piano strategico provinciale del Sulcis del settembre 2011 mentre, il quarto, il documento di chiusura simbolica di tutte le attività produttive del Sulcis Iglesiente consegnato all'inizio di quest'anno alla camera di Commercio di Cagliari. “Se non ci saranno progetti per lo sviluppo del territorio - ha detto il leader del Movimento Ivan Garau - saremo costretti a chiudere tutte le nostre attività ed l'intera area morirà”.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©