Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fallita la trattativa tra il Consiglio e il Parlamento

Erasmus a rischio, non ci sono i fondi Ue


Erasmus a rischio, non ci sono i fondi Ue
13/11/2012, 21:42

ROMA – Non è andata a buon fine la trattativa tra il Consiglio e il Parlamento Ue per il bilancio 2013 e per la manovra correttiva da 9 miliardi sul bilancio 2012. Ad annunciarlo è la presidenza dell'Ecofin.

Tornano, quindi, a rischio i pagamenti per una parte delle borse Erasmus  del secondo trimestre e per le fatture di una serie di programmi sociali e per la ricerca.

Una notizia che impensierisce, e non poco, i tanti studenti che puntavano proprio sul progetto di studi all'estero. Non si esclude per questo, che nuove mobilitazioni studentesche possano essere messe in atto. Già qualche settimana fa infatti a Napoli, Roma, Padova e Catanzaro, studenti di vari atenei si unirono per chiedere, tramite una raccolta firme, al Parlamento ed alla Commissione Europea il rifinanziamento del Progetto Erasmus.

L’occasione, per quanto riguarda la città di Napoli, fu utile anche per per presentare agli studenti il pacchetto di proposte, promosso dal Movimento di Francoforte in occasione della manifestazione tenutasi sotto l’Euro Tower il 22 settembre scorso, con cui affrontare la crisi economica in atto. Tra queste c’è la trasformazione della Bce in prestatore di ultima istanza, l’introduzione di una Tobin Tax europea che colpisca le grandi transazioni finanziarie piuttosto che gli investimenti dei piccoli risparmiatori, misure a sostegno dell’occupazione giovanile e l’istituzione dell’European Youth Guarantee, ovvero un insieme di parametri standard concernenti le politiche a favore dei giovani, con meccanismi analoghi al Fiscal Compact, cui gli stati UE dovrebbero uniformarsi pena sanzioni.

Commenta Stampa
di Rossella Marino
Riproduzione riservata ©