Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

La coppia aveva messo a segno 3 colpi in 3 giorni

Ercolano, arrestati due ‘stakanovisti’ della rapina


Ercolano, arrestati due ‘stakanovisti’ della rapina
16/09/2009, 20:09

Il loro sistema era ormai consolidato: mentre uno di loro attendeva in sella ad un ciclomotore, il complice faceva irruzione in un esercizio commerciale e, armato di pistola, si faceva consegnare l’incasso. L’hanno fatta franca per due volte, ma alla terza si sono imbattuti in un posto di blocco mentre stava fuggendo e sono stati bloccati dopo un inseguimento. In manette sono finiti Liberato Abate, 23enne nato a Torre del Greco ma residente ad Ercolano, e O. C., 14enne di Ercolano.
Gli agenti del commissariato di Portici Ercolano, impegnati in un servizio di controllo in piazza Pugliano, li hanno notato mentre arrivavano in sella ad un Honda @ ed hanno imposto loro l’alt; incuranti dell’ordine, il ragazzo che guidava lo scooter ha proseguito la fuga con degli slalom tra le pantere della polizia, mentre il complice, il 23enne, ha estratto la pistola e l’ha puntata contro gli agenti. Alla vista dell’arma uno dei poliziotti ha esploso due colpi in aria a scopo intimidatorio, ma i ragazzi non si sono fermati: per bloccarli è stato necessario un inseguimento.
Nel corso delle successive indagini i poliziotti hanno appurato che i due giovani avevano appena rapinato una tabaccheria in via del Corallo, dove Abate, armato di pistola, si era fatto consegnare 210 euro. Gli accertamenti hanno permesso di stabilire che la coppia non si era limitata a quel colpo, avendo messo a segno altre due rapine, una per ogni giorno della settimana, iniziando da lunedì. Lunedì scorso avevano infatti rapinato una sala giochi di via Winckelmann, portando via 1300 euro, mentre martedì 15 era stata la volta di un bazar di via Venuti, con un bottino di 200 euro. Lo scooter risultava rubato ieri nel comune di Torre del Greco ed è stato riconsegnato al proprietario dopo le formalità del caso.

La pistola, sequestrata, è risultata essere un giocattolo privo del tappo rosso, replica in metallo di quella in dotazione alle forze dell’ordine. I 210 euro rapinati al tabaccaio sono stati riconsegnati al legittimo proprietario. Abate è stato condotto nel carcere di Poggioreale, mentre il quattordicenne è stato accompagnato al centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©