Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'iniziativa a favore di commercianti ed imprenditori

Ercolano: niente tasse per chi denuncia il racket


.

Ercolano: niente tasse per chi denuncia il racket
08/01/2010, 11:01

ERCOLANO - La lotta al racket nella città degli scavi non conosce battute d’arresto. Non pagheranno le tasse comunali per tre anni. L’iniziativa arriva dall’amministrazione comunale di Ercolano a favore degli imprenditori disposti a denunciare le richieste estorsive. Istituzioni, forze dell’ordine e cittadini con il sostegno dell’associazione antiracket sono uniti per dire basta a soprusi e vessazioni. I benefici che favoriranno gli imprenditori e i commercianti coraggiosi sono previsti da un’ordinanza del sindaco Nino Daniele che va a modificare il regolamento comunale in materia di tributi. Sono già dieci gli imprenditori che potranno usufruire di quest’agevolazione che consentirà loro di risparmiare più di 20mila euro. Un elenco destinato a crescere dopo le maxi operazioni delle forze dell’ordine che negli ultimi mesi hanno decapitato i clan che si contendono la gestione degli affari illeciti sul territorio. Il provvedimento pensato dalla giunta ha avuto il via libera del consiglio comunale. Chi è pronto a denunciare e chi ha già denunciato i suoi aguzzini sarà premiato dall’amministrazione cittadina a patto che chi voleva imporre il pagamento del pizzo a danno della sua attività commerciale sia stato condannato o rinviato a giudizio.  Un’iniziativa proposta dal sindaco della città degli scavi nei mesi scorsi, volta ad esprimere vicinanza a quanti hanno trovato la forza di non pagare più il pizzo attraverso un sostegno concreto.  “Vogliamo dare una mano agli imprenditori che hanno trovato il coraggio di ribellarsi ai loro estorsori - afferma il sindaco di Ercolano Nino Daniele - . E' nostro dovere stare vicino a chi è riuscito a dire basta denunciando”. L’ordinanza che potrebbe essere adottata anche da altri comuni del  Vesuviano rientra nell’ambito delle numerose iniziative portate avanti dall’amministrazione per contrastare il dilagare della criminalità organizzata sul territorio.  

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©