Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Per la procura la sorella è incapace di intendere e volere

Eredità Sordi, chiesto amministratore di sostegno

La sorella di Alberto Sordi è l'unica erede dell'attore

Eredità Sordi, chiesto amministratore di sostegno
20/03/2013, 20:31

ROMA - La procura di Roma ha richiesto al tribunale civile la nomina di un amministratore di sostegno per Aurelia Sordi, la sorella 95 nonchè unica erede del grande attore romano Alberto Sordi.

La richiesta, avanzata nell'ambito dell'indagine relativa all'assegnazione dell'eredità di Alberto Sordi, è legata alla relazione di un neurologo secondo il quale la sorella di Sordi sarebbe incapace di intendere e volere. In merito alla questione, nella giornata di oggi è stato sentito come testimone il notaio Alfredo Maria Becchetti, che nel 2011 stipulò gli atti per la costituzione della Fondazione Museo Alberto Sordi. Ad essere indagati per il presunto raggiro sono Arturo Artadi, collaboratore della sorella dell'attore, il notaio Gabriele Sciumbata e l'avvocato Francesca Piccolella.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©