Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stato colpito da un sasso mentre stava scendendo a valle

Escursionista muore a quota 3mila metri in Alto Adige


Escursionista muore a quota 3mila metri in Alto Adige
08/08/2010, 12:08

BOLZANO - Ha suscitato forte senzazione in Val Martello, in Alto Adige, la tragedia consumatasi alle pendici delle Cime Venezia e che è costata la vita ad Albert Kronebitter, escursionista germanico di 54 anni, il qiale, in compagnia di altri quattro amici, stava scendendo verso valle, dopo aver scalato la vetta. Un sasso si è staccato dalle pendici delle Cime ed ha colpito alla testa l'uomo che è morto sul colpo a causa delle gravissime lesioni riportate nell'impatto. La tragedia si è consumata quanto la comitiva era a quota 3.300. Gli amici non hanno assistito alla scena, in quanto la vittima, che era l'ultimo della fila, seguiva a qualche metro di distanza. La loro attenzione è stata attirata dall'urlo agghiacciante dell'uomo, che dopo essere stato colpito, è rotolato privo di sensi giù per il ghiaione per una ventina di metri. È subito scattato l'allarme alla centrale operativa del 118 che ha immediatamente messo in moto le squadre di volontari del soccorso alpino della Val Martello e i carabinieri del paese, mentre all'elibase del San Maurizio di Bolzano veniva fatto levare in volo il Pelikan 1. Una breve sosta in valle per caricare a bordo i tecnici del soccorso alpino, e l'elicottero si è portato sul luogo dell'incidente, dove i soccorritori si sono calati col verricello. Al medico d'urgenza, purtroppo, non è rimasto altro da fare che stilare il certificato di morte. La salma è stata recuperata e trasportata in volo fino alla cappella mortuaria dell'ospedale di Silandro. I tre compagni di escursione della vittima, invece, sono scesi a valle con le proprie forze, accompagnati dagli uomini del soccorso alpino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©