Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Esercito Regionale, le proteste del COISP


Esercito Regionale, le proteste del COISP
06/04/2011, 11:04

“La proposta avanzata dalla Lega Nord per l’istituzione di un esercito regionale è assurda e ridicola. Eppure, nonostante il suo chiaro carattere propagandistico, la gravità della proposta non va sottovalutata, perché lascia trasparire il reale disegno leghista di ottenere la regionalizzazione della Polizia di Stato”. A sostenerlo è Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – il Sindacato Indipendente di Polizia. “Questa maggioranza – prosegue Maccari – continua a ridurre il problema della sicurezza a un mero argomento di propaganda politico-elettorale. Non interessa garantire la sicurezza dei cittadini: semmai si punta a creare allarme sociale per poi incantare l’opinione pubblica con parole magiche e giochi di prestigio. Dopo il flop delle ronde e l’assurdità di iniziative come il pattugliamento dei più eleganti e tranquilli centri storici italiani da parte dei soldati, l’ultima trovata della Lega è l’idea di istituire questa sorta di milizia volontaria territoriale. Un po’ di fumo negli occhi per gli elettori del Nord, che serve a coprire la disastrosa gestione dell’emergenza immigrazione da parte del governo”. “Terremo alta la guardia – conclude Maccari – perché riteniamo che il dibattito sull’esercito regionale, nella sua assurdità, abbia il fine neppure troppo velato, di lasciar passare nell’opinione pubblica il messaggio della necessità, o anche soltanto della possibilità, di una regionalizzazione delle Forze di Polizia. Un’ipotesi che la Lega Nord potrebbe riproporre, approfittando dello stato di debolezza politica e ricattabilità del governo”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©