Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I feriti trasferiti a Palermo

Esplode impianto gas, gravi marito e moglie a Pisciotta


Esplode impianto gas, gravi marito e moglie a Pisciotta
29/06/2009, 13:06


Paura e sgomento a Pisciotta, dove ieri mattina due coniugi napoletani sono rimasti gravemente feriti a seguito di uno scoppio provocato da una fuga di gas. Lo scoppio è avvenuto intorno alle 8 del mattino, in via Gattipuoti, nei pressi della vecchia stazione ferroviaria di Marina di Pisciotta. Feriti nell’esplosione la 49enne A. C. ed il marito S. C. di 56 anni, medico presso l’ospedale di Ponticelli, entrambi residenti a Napoli. La donna è stata trasferita in elicottero presso l’ospedale “San Leonardo” di Salerno, il marito è stato invece trasportato, sempre in elicottero, presso l’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania.  Solo nel primo pomeriggio, visto l’aggravarsi delle loro condizioni di salute sono stati trasferiti a bordo di un aereo della Marina Militare a Palermo. La prognosi è riservata. I malcapitati al momento dello scoppio si trovavano nella loro residenza estiva dove spesso si recano nei fine settimana. Il loro appartamento è al primo piano di un complesso di villette a schiera, in cui vivono diverse famiglie. L'esplosione ha sventrato alcune pareti dell'abitazione, facendo scendere in strada decine di persone. Subito dopo l'esplosione,causata pare dal cattivo funzionamento dell'impianto, sono arrivati carabinieri, i vigili del fuoco e tre ambulanze. I due coniugi, che in quel momento erano da soli in casa sono stati letteralmente sbalzati fuori dall' abitazione, schiantandosi nel cortile interno dello stabile. Sul posto sono arrivati immediatamente i primi soccorritori, che hanno provveduto ad evacuare l' intero complesso e a mettere al sicuro i feriti. La procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha aperto un’inchiesta. I carabinieri della locale stazione hanno posto sotto sequestro il contatore e parte dell’impianto del gas. Il magistrato al quale sono state affidate le indagini, Renato Martuscelli, dovrà anche accertare se all' origine dell' esplosione possano esserci responsabilità tecniche. Intanto ieri pomeriggio i carabinieri hanno interrogato alcuni testimoni che al momento dello scoppio si trovano nella zona.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©