Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Esplosi gli ordigni del fiume Timavo, il commento di Smiroldo


Esplosi gli ordigni del fiume Timavo, il commento di Smiroldo
31/10/2009, 10:10


TRIESTE - Dopo anni di attesa il Parco del fiume Timavo potrà finalmente essere riaperto ai cittadini. Sono stati fatti brillare ieri i primi 300 pezzi d'artiglieria abbandonati dalla Seconda Guerra Mondiale nelle foci del Timavo grazie a una maxi operazione a opera dell'Eod del terzo reggimento Genio guastatori di Udine. Luigino Smiroldo, responsabile per il Friuli Venezia Giulia dell'Italia dei Diritti, ha commentato: "Meglio tardi che mai. Finalmente le istituzioni hanno ritenuto opportuno, dopo 45 anni, provvedere a ripristinare queste aree che sono da anni inutilizzate. C'è da chiedersi come mai sia stato necessario tutto questo tempo per fare in modo che quest'area venga aperta ai cittadini. Hanno forse voluto aspettare a far esplodere gli ordigni aspettando i carri armati di Tito?", conclude ironicamente l'esponente del movimento presieduto da Antonello de Pierro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©