Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La deflagrazione sarebbe stata provocata da una bomba

Esplosione ad Ankara: almeno due morti e diversi feriti

Si temono inoltre altri due ordigni. Intera zona evacuata

Esplosione ad Ankara: almeno due morti e diversi feriti
20/09/2011, 11:09

ANKARA – Sarebbe di almeno due morti e decine di feriti il bilancio, ancora provvisorio, della violenta esplosione che ha scosso il centro della capitale turca. Siamo ad Ankara, nei pressi di piazza Kizilay, di fronte al palazzo che ospita gli uffici amministrativi del centralissimo quartiere di Cankaya: proprio qui ha avuto luogo, nella mattinata, una forte esplosione. A saltare in aria sarebbe stato un minibus in sosta e l’onda d’urto, a quanto pare, avrebbe sfondato i vetri delle finestre e delle vetrine degli edifici adiacenti, innescando anche un incendio che si è rapidamente propagato ai veicoli parcheggiati nei pressi. Cinque di questi sono andati completamente distrutti dalle fiamme. Secondo una prima ricostruzione della polizia, la deflagrazione sarebbe stata provocata da una bomba. Benché non siano ancora del tutto chiare le dinamiche dell’accaduto, sulle quali si sta lavorando al fine di fare chiarezza, è stata comunque fatta evacuare tutta la zona. Si teme, infatti, la presenza di altri due ordigni: questa notizia è stata riferita dalla “Cnn Turk”, che ha mostrato immagini di uomini delle forze di sicurezza che, con bardatura da artificiere e almeno un cane antiesplosivo, stanno perlustrando in questi minuti l’intera area interessata e le altre vetture parcheggiate lungo le strade adiacenti. Nel frattempo, un’agenzia di stampa locale, la “Dogan”, riferisce di una donna che sarebbe stata arrestata a poca distanza dal sito dell’esplosione. Questa notizia, però, per il momento non ha ottenuto ancora conferme ufficiali.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©