Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La procura indaga per omicidio colposo plurimo

Esplosione al mercato di Guastalla, gravi 4 feriti

Grave ma in condizioni stazionarie il titolare del furgone

Esplosione al mercato di Guastalla, gravi 4 feriti
10/03/2013, 16:15

GUASTALLA (REGGIO EMILIA) - Restano in prognosi riservata quattro delle undici persone rimaste ferite durante l'esplosione di un furgone rosticceria nel mercato di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, avvenuta lo scorso venerdì. E' questo l'ultimo aggiornamento della Usl di Reggio Emilia. I feriti si trovavano tutti nelle vicinanze del furgone al momento della deflagazione. La più grave delle persone in prognosi riservata è una donna italiana di 65 anni.

Per quanto riguarda le vittime, che inizialmente risultavano essere due, il bilancio è salito a tre. Si tratta di tre donne. Le vittime dell'esplosione del furgone sono Teresa, la moglie di Francesco Mango, proprietario della rosticceria ambulante che è andata a fuoco, Rossana Mango, di 28 anni, figlia del proprietario, e Bianca Maria, cognata dell'uomo.

Tra i nomi dei feriti compare anche quello del titolare del furgone rosticceria, Francesco Mango. L'uomo, che si trova in condizioni gravi ma stazionarie, presenta ustioni di secondo e terzo grado su quasi il 20% della parte superiore del corpo.

La procura di Reggio Emilia intanto ha aperto l'inchiesta ed indaga nell'ipotesi di omicidio colposo plurimo. Il registro degli indagati, tuttavia, al momento è vuoto. Il furgone è stato posto sotto sequestro per analizzare la dinamica dei fatti e scoprire cosa abbia provocato lo scoppio delle due bombole di gas da cui sono divampate fiamme alte alcuni metri. Nel frattempo i carabinieri della compagnia di Guastalla e del nucleo investigativo di Reggio Emilia stanno sentendo i testimoni che si trovavano in piazza a Guastalla al momento della deflagazione, per cercare di capire in che modo sia stata innescata l'esplosione nella parte posteriore del mezzo.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©