Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Estate 2012, don Merola lancia le “Vacanze Anticamorra”


Estate 2012, don Merola lancia le “Vacanze Anticamorra”
08/06/2012, 10:06

Troppo pericoloso restare in città, don Merola lancia le vacanze anticamorra. La maggior parte dei ragazzi della fondazione di recupero minorile “A Voce d’è Creature” non sono mai stati in vacanza. Nemmeno per un giorno. L’estate l’hanno sempre trascorsa in strada, tra i pericoli e l’insidie dei quartieri popolari di Napoli. Vivono a Forcella, al Vasto, nell'Arenaccia, qualcuno anche a Scampia. Ma quest’anno, grazie all’aiuto di alcuni benefattori, trascorreranno le vacanze fuori città. A Ischia, in costiera Sorrentina ma anche a Salerno e nel Cilento. A Napoli, invece, la fondazione resterà sempre aperta: verranno organizzati corsi di musica, teatro, danza, ginnastica ma anche visite a musei e monumenti. “Resteremo aperti – spiega don Luigi Merola, presidente della fondazione - per evitare che i ragazzi, anche quelli seguiti dai nostri educatori durante l’anno scolastico, possano intraprendere strade sbagliate”. Insomma vacanze anticamorra per un centinaio di ragazzi fra i sei e i quindici anni. Prima gita fuori città, questa settimana, ad Ischia. I ragazzi visiteranno l’isola, andranno al mare, ma verranno coinvolti anche in attività culturali. “Lo studio prima di tutto, anche in vacanza – spiega don Merola - La camorra si combatte prima di tutto con la cultura. E poi – conclude il sacerdote - nessuno nasce delinquente. Molti dei ragazzi che vengono da noi hanno conosciuto solo il male, noi gli mostriamo che esiste un altro modo di vivere”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©