Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Avevano imposto pizzo da 30mila euro a imprenditore

Estorsioni a Venezia e Viterbo, presi 4 Casalesi


Estorsioni a Venezia e Viterbo, presi 4 Casalesi
26/11/2009, 18:11

NAPOLI - Quattro provvedimenti di fermo sono stati eseguiti all'alba di oggi dalla squadra mobile di Caserta, nei confronti di quattro presunti affiliati al clan dei Casalesi. I fermi sono stati firmati dai pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli. I quattro sono accusati di tentata estorsione aggravata dalle modalita' mafiose ai danni di un imprenditore edile, casertano di origini ma residente nel veneziano. Accertata dagli inquirenti anche una vittima: un possidente di Viterbo. Gli arrestati sono Paolo Gallo, di 73 anni, Michele Coppola, 45, cognato di Walter Schiavone, fratello del numero uno della camorra casalese Francesco Schiavone detto 'Sandokan', Ciro Montella, 62, e Salvatore Montella 34. Dalle indagini sarebbe emerso che Gallo e Coppola agivano per conto del clan dei casalesi in quanto "inseriti organicamente nella struttura al livello del massimo potere decisionale" spiegano dalla squadra mobile. All'imprenditore veneto sarebbero stati chiesti 30 mila euro da pagare in sei rate da 5.000 ognuno. Sette anni fa l'imprenditore era gia' stato sottoposto ad estorsione ad opera del clan dei Casalesi ma gli autori furono arrestati.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©