Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Arresti nei clan Ascione-Papale e Iacomino-Birra

Estorsioni, colpo alla camorra di Ercolano: 15 arresti


.

Estorsioni, colpo alla camorra di Ercolano: 15 arresti
11/11/2010, 15:11

ERCOLANO - Blitz dei carabinieri nella notte contro la camorra e il giro di racket nel napoletano; 15 persone dei clan di Ercolano sono state arrestate dai carabinieri. Questa notte i carabinieri della compagnia di Torre del Greco hanno arrestato presunti affiliati ai clan camorristici "Ascione - Papale" e "Iacomino - Birra" di Ercolano, ritenuti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso ed estorsione continuata aggravata dal metodo mafioso, spiegano i militari che hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Napoli. Nel corso di indagini coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea da luglio a ottobre 2010, i carabinieri hanno infatti scoperto una giro di estorsioni, in particolare un imprenditore edile e un commerciante sottoposti al "pizzo" dai 2 clan dal 2004 fino ad oggi, e il parroco di una Chiesa di Ercolano vittima di un episodio di tentata estorsione da parte del clan "Iacomino - Birra".

Nel corso degli accertamenti è stato appurato che anche un sacerdote era finito nel mirino del gruppo, vittima di una estorsione. Maria Birra, 37enne sorella del boss Giovanni, chiese una tangente da 10mila euro a R. C., sacerdote nella chiesa del Santissimo Rosario di piazza Trieste.

Soldi che le servivano per ristrutturare la sua abitazione. Il sacerdote, che fu tra i promotori di uno sportello anti-racket ad Ercolano, restato attivo pero' solo un anno, denunciò l’episodio. Poco tempo dopo, nella parrocchia fu perpetrato un furto da 5mila euro.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©