Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

IL FATTO

Estorsioni dei Casalesi, 7 misure cautelari


Estorsioni dei Casalesi, 7 misure cautelari
13/11/2013, 09:33

NAPOLI -  L'indagine è iniziata nel marzo 2013 dopo le dichiarazioni di alcuni imprenditori che denunciavano le richieste di tangenti cui i commercianti dovevano sottostare in prossimità delle festività di Pasqua, Natale e Ferragosto. A parlare sono stati i titolari di un supermercato, di un'impresa edile, di un negozio di detersivi e di un negozio di materiali edili. Gli elementi investigativi raccolti hanno evidenziato che ad eseguire tali estorsioni erano persone appartenenti al clan Zagaria, anche nei confronti del titolare di un'attività commerciale nonchè fratello di un affiliato al clan Schiavone. I sette arrestati, inoltre, avevano di fatto assunto il controllo di un centro scommesse in Falciano del Massico intestato a una terza persona. Le attività investigative, condotte anche mediante intercettazioni telefoniche, consentivano di verificare che il gruppo criminale, grazie alle attività illecite, aveva ottenuto profitti per 100mila euro.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©