Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Estorsioni e usura, arrestate 16 persone dei Sarno e dei Veneruso


Estorsioni e usura, arrestate 16 persone dei Sarno e dei Veneruso
04/02/2009, 20:02

Sedici persone, affiliate al clan Sarno di Ponticelli e Veneruso di Volla, sono state arrestate per i reati di estorsione ed usura. Nella loro morsa erano finiti sette operatori commerciali ed imprenditori di diversi comuni dell'hinterland vesuviano, in un periodo compreso tra il 2001 ed il 2008. Le vittime erano costrette a pagare, sotto minaccia, interessi usurai che oscillavano tra l'80 ed 100 per cento annuo. Il racket prestava soldi applicando un interesse superiore a quello legale, calcolato sul capitale iniziale ed, in caso di ritardo nella restituzione, sul residuo del debito costituito da capitale ed interesse dovuto alla scadenza non saldata. Tra i personaggi di spicco assicurati dai carabinieri alla giustizia figurano Giovanni Cantore (43 anni) e Arturo Ardimentoso (47 anni) rispettivamente il "cassiere" ed il "finanziatore" di alcune di queste attivita', secondo gli inquirenti riconducibili alla cosca dei Veneruso di Volla; ed ancora, Fabio Caruana (38 anni) e Ferdinando Solla (53 anni) affiliato al clan Sarno. Il complesso e delicato lavoro investigativo condotto dall'Arma, partito dalla denuncia di tre delle vittime, ha accertato che i due sodalizi avevano continuato nelle attivita' del racket e dello strozzinaggio nonostante il 25 luglio dell'anno scorso era stato loro inferto un altro duro colpo: anche in quella circostanza furono arrestate 16 persone. Le indagini dei militari sono state eseguite avvalendosi di intercettazioni ambientali, perquisizioni domiciliari, sequestri di documenti, appunti riguardanti l'attivita' di riscossione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©