Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Estorsioni: in manette esattori dei Fabbrocino


.

Estorsioni: in manette esattori dei Fabbrocino
19/06/2012, 14:06

NAPOLI - Estorsioni storiche, quelle che affondano le radici nelle buone vecchie lire, che poi passando all’euro si sono triplicate facendo fare un salto di qualità consistente ai clan. E’ questo quanto accertato dai Carabinieri di Torre Annunziata e della Stazione Carabinieri di Ottaviano che hanno eseguito, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Napoli contro Giovanni e Giuseppe Caliendo, e Francesco Cozzolino. L'accusa mossa agli indagati è quella di concorso in estorsione aggravata dal metodo mafioso nell’intento di agevolare il “clan Fabbrocino” di Ottaviano. Il tutto riguarda una estorsione decennale che partita nel 2001 con la richiesta di 700mila lire mensili ad un imprenditore edile della zona è finita con la richiesta di ben 2000euro al mese fino allo scorso anno. Grazie alla collaborazione della vittima di questa sorta di racket storico, che si è visto, in questi ultimi tempi richiedere un aumento del suo “debito” mensile con la camorra, gli uomini dell’arma sono venuti a capo dei responsabili ed hanno potuto ricostruire l’accaduto anche in relazione all’attività criminale dei Fabbrocino.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©