Cronaca / Soldi

Commenta Stampa

Operazione della DDA di Napoli

Estorsioni in Toscana: arrestati 19 casalesi


.

Estorsioni in Toscana: arrestati 19 casalesi
28/02/2013, 15:54

Un’indagine lunga 3 anni, con l’impegno di diversi organi di Polizia su tutto il territorio nazionale per risalire agli affiliati delle famiglie casalesi Schiavone-Iovine-Russo.
19 ordinanze di custodia cautelare in carcere sono state emesse nella notte dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della DDA partenopea.
L’ombra della camorra di Casal di Principe, portante il nome del boss Antonio Iovine, si è espansa anche nella terra Toscana.
In Versilia, e più precisamente a Viareggio, un gruppo di imprenditori di Gricignano d’Aversa insediatisi da oltre un ventennio, rappresentavano un sicuro punto di riferimento per il sodalizio casalese. Uno di questi, Stefano Di Ronza, costruttore di appartamenti e centri residenziali, riferiva al clan circa le attività di costruzione nell’area Toscana e faceva da intermediario nella raccolta di tangenti.
Particolarmente rilevanti sono state le intercettazioni telefoniche, video e ambientali. Come fondamentale è stato il rapporto di collaborazione tra Napoli e Firenze, per l’accertamento di reati di natura associativa ed estorsiva.
Le disposizioni, il più delle volte, partivano direttamente dal carcere di Secondigliano.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©